Transizione 5.0 potrebbe non essere un Piano per il Sud?

Transizione 5.0 non è un Piano per il Sud
Piano Transizione 5.0

Dalle notizie che circolano in questi giorni sul Piano Transizione 5.0 sembrerebbe una misura non cumulabile con altri importanti incentivi. Alle aziende del Sud conviene aderire?

Il Piano Transizione 5.0 ha una dotazione di 6,3 miliardi di euro, previsti nel recente D.L. PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).
Una misura prevista per incentivare investimenti nella digitalizzazione e nella transizione green delle imprese italiane grazie ad un nuovo schema di crediti d’imposta. Un importante strumento per la crescita sostenibile delle imprese, ma alle aziende meridionali quanto converrebbe?
Sembra infatti, dalle notizie che circolano in questi giorni (di cui ne parla anche Il Sole 24 Ore), che l’incentivo non sia cumulabile né con il Credito d’imposta 4.0, né con il Credito d’imposta per le Zone Economiche Speciali (ZES), compresa la ZES Unica del Mezzogiorno.
Le aziende meridionali, se dovessero essere confermate queste informazioni, potrebbero preferire altre misure messe in campo dal Governo più funzionali alle esigenze del Sud.
Al momento però le notizie che trapelano in questi giorni sono solo ipotesi, bisogna aspettare le circolari operative ufficiali per poter realmente valutare la bontà dello strumento.
PSB, come sempre in prima linea nel supportare le aziende, informerà le imprese in modo tempestivo e certo solo quando si avranno le reali disposizioni inerenti al Piano Transizione 5.0.