World Radio Day 2024, quest’anno si celebrano i 100 anni della radio

PSB ha ospitato il 13 febbraio un evento gratuito dedicato al World Radio Day 2024 nella propria sede al Parco San Laise

Il 13 febbraio, nella sala convegni della PSB della Palazzina E del Parco San Laise (ex Base Nato di Bagnoli) hanno ospitato un interessante evento organizzato e promosso dalla web-radio Radio Spasso dedicato al World Radio Day. All’evento pomeridiano hanno partecipato importanti protagonisti della radiofonia campana, tra cui giornalisti e diversi ospiti. 

La RAI ha partecipato all’incontro come media-partner ufficiale con RAI Radio Live Napoli, canale radiofonico realizzato lo scorso anno per celebrare i 60 anni del Centro di Produzione RAI di Napoli

Il World Radio Day 2024 e 100 anni della radio

Il World Radio Day è la Giornata Mondiale della Radio istituita dall’UNESCO nel 2011 durante la sua 36esima conferenza. 

L’edizione di quest’anno ha un valore particolare perché con il 2024 la Radio festeggia i suoi primi 100 anni di storia. 

Durante l’evento gratuito organizzato dalla giovane web-radio napoletana Radio Spasso sono state realizzate una serie di interviste per ricordare e commentare questo primo centenario di uno dei mezzi di comunicazione più utilizzati e amati dal pubblico in tutto il mondo. 

Moderatore dell’incontro è stato Michelangelo Iossa, scrittore e giornalista, autore del volume La RAI a Napoli (Rogiosi Editore) e docente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Alcuni dei partecipanti all’incontro

Diversi i protagonisti di radio nazionali, areali, web, DAB e universitarie che hanno partecipato all’evento dedicato al World Radio Day 2024. Tra questi possiamo ricordare, tra gli altri, Francesca Silvestre di RAI Radio Live Napoli, Tullia Pugliese di Radio Spasso, Rosanna Iannacone di Radio Marte, Daniele Ivan Romano di Radio Amore, Peppe Varriale di Radio Marte, l’attore Nando Paone e il Professor Lello Savonardo, coordinatore del Corso di Laurea in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli, Ateneo che celebra proprio quest’anno 800 anni dalla sua fondazione.

La Radio, come sempre, riesce ad unire mondi e realtà differenti grazie all’informazione e alla libertà di comunicazione